Torna alla home
Home > Glossario > Orientalizzante

Glossario

Orientalizzante

Bocchetta fenicio-cipriota di impasto proveniente dalla tomba X. Fara in Sabina, Museo Civico Archeologico. Bocchetta fenicio-cipriota di impasto proveniente dalla tomba X. Fara in Sabina, Museo Civico Archeologico.
Il termine indica il fenomeno di diffusione e di imitazione di oggetti e motivi ornamentali derivati dall’Oriente, avvenuto nelle regioni del Mediterraneo centrale e occidentale tra la fine dell’VIII e i primi decenni del VI secolo a.C. Allo stile geometrico, che impiegava semplici motivi lineari, caratteristico delle stesse aree tra X e VIII secolo a.C. si sostituisce gradualmente un repertorio figurativo più vario, costituito da animali reali o fantastici (cervidi, cinghiali, ovini, felini, volatili, sfingi, grifi, chimere, ecc.), da elementi vegetali (palmette, rosette, fiori di loto, ecc.), nonché da scene narrative o a carattere mitologico. La spinta a questo rinnovamento è data dall’arrivo massiccio, da diverse aree del Vicino Oriente, di manufatti lavorati, di materie prime e degli stessi artigiani. I destinatari di questi prodotti sono le emergenti aristocrazie (forti soprattutto in Etruria), che usano i beni di prestigio per connotare ed evidenziare il loro rango sociale.



Torna indietro